hai bisogno di assistenza? clicca qui

Le cartucce compatibili

Le cartucce compatibili

Il costo dei consumabili

Indipendentemente dalla stampante che si possiede o si sta per acquistare, una delle cose da prendere seriamente in considerazione è il costo dei consumabili. Spesso infatti ci si dimentica che questo è un costo che dovremo sostenere nel tempo e la facilità con la quale è possibile inviare in stampa una foto da uno smartphone fa si che le cartucce abbiano una vita relativamente breve.

Tipi di cartucce

Il controllo del costo dei consumabili si rende ancora più necessario quando la stampante è dotata unicamente di due cartucce; una per il nero ed una per il colore. In questo caso quando si esaurisce uno dei colori andrà cambiata tutta la cartuccia anche se gli altri colori sono ancora abbondantemente presenti nel serbatoio. Problema questo che non si ha quando la stampante è dotata di cartucce diverse per ogni colore.

Chiaramente se si decide di acquistare una stampante la si vuole usare, soprattutto in questo periodo in cui tra lavoro agile e dad il numero di pagine da stampare in casa è notevolmente aumentato. Chi di noi non si è trovato di fronte a decine e decine di pagine di compiti dei nostri ragazzi?

Le alternative

Fortunatamente c’è una alternativa valida alle cartucce originali. Parliamo delle cartucce compatibili. Le cartucce compatibili si dividono in due tipologie simili per concetto ma differenti nella loro realizzazione. Possiamo infatti trovare in commercio cartucce compatibili e cartucce rigenerate. Le prime sono cartucce prodotte nuove da produttori terzi che non non hanno alcun rapporto con la casa madre produttrice della stampante, le seconde invece sono cartucce esauste ritirate da aziende specializzate che una volta pulite e restituite al corretto funzionamento cambiando la parti meccaniche usurate vengono riempite di inchiostro e rimesse in commercio. Va da se che se la scelta cade sulle cartucce rigenerate si aiuterà anche l’ambiente dato che verrà utilizzata plastica riciclata evitando di produrne ulteriormente.

La qualità

Se qualcuno a questo punto si stesse chiedendo se la qualità di stampa ne risente l’unica risposta possibile è: dipende. E dipende dal tipo di stampa che si sta effettuando. Se siamo uno studio grafico o dobbiamo stampare una foto ad altissima qualità la differenza la si potrebbe notare. Ma partendo dall’esempio che abbiamo fatto in apertura d’articolo, se le nostre stampe sono relative ai compiti dei figli o slide di lavoro non si noterà la differenza. A dire il vero la differenza non la si nota neanche nella stampa fotografica perché in questo caso entra in gioco anche la carta che si utilizza. Tenete sempre a mente che le foto nitidissime che vedete nei test sono state effettuate in situazioni ideali di laboratorio. Cartucce nuove, carta senza umidità, stampante e testine delle cartucce nuove. Insomma una situazione che difficilmente riproduce la realtà d’uso.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Leggi anche

Le cartucce compatibili

Il costo dei consumabili Indipendentemente dalla stampante che si possiede o si sta per acquistare, una delle cose